Bonifica da microspie in casa

Si ha la certezza di essere spiati in casa. Avete detto qualcosa , o avete ftto qualcosa che nessuno può sapere.

L’unico modo per saperlo è che sia stata installata di nascosto una piccola cimice, una microscopica telecamera, una microspia.

Cercando informazioni in internet venite a conoscenza di un mondo nuovo e spaventoso.

Microspie di tutti i prezzi e per tutte le tasche. Ce ne sono a migliaia in vendita sia in negozi specializzati, negozi che un tempo erano frequentati da polizia e guardia di finanza, investigatori privati o addetti alla sicurezzza.

Oggi le microspie si comprano in internet, dal cellulare. Consegna a domicilio in 24 ore e pagamento alla consegna, per non lasciare traccia.

Le microspie sono facili da usare. Una telecamera si collega direttamente al cellulare tramite un app e si può spiare di nascosto quello che succede in una camera da letto o in un salotto.

Tante microcamere vengono acquistate per videosorveglianza discreta.

Si nasconde una microcamera senza fili in casa per dare un occhio alla baby sitter o alla badante.

Una telecamera nascosta è un ottimo modo per vedere cosa fanno i figli in nostra assenza, o semplicemente si vuole aumentare il livello dell’allarme di casa.

Trovare microspie in casa

La prima cosa che viene in mente è di leggere in internet come si trovano le microspie o le telecamere nascoste in casa.

Alcune guide sono scritte da ditte come la nostra, che danno suggerimenti e consigli per eseguire un controllo fai da te.

Alcune altre guide, la maggior parte, sono scritte da persone che non hanno mai visto come è fatta una microspia, e scopiazzano per raccogliere qualche click.

CONSIGLI UTILI PER UNA BONIFICA FAI DA TE

Acquistate un buon rilevatore di microspie. Da anni proponiamo il RAKSA. E’ piccolo e facile da usare. Ha un costo di circa 700 euro.

Prima di iniziare la bonifica:

Spegnere tutti quegli elettrodomestici che possono trasmettere: mettere i cellulari in modalità aereo, spegnere il router di internet, spegnere eventuali telecamere senza fili che avete installato, spegnere console di gioco come playstation o xbox. Staccate la spina anche a smart TV o radio che si collegano a internet per farvi ascoltare podcast o webradio.

Accendete della musica.

Accendete il rilevatore di microspie in modalità sweep, il raksa funziona ora come un piccolo analizzatore di spettro e vi farà vedere quasi in tempo reale tutte el frequenze che sono rilevate nell’ambiente che state bonificando.

Ovviamente non tutte le frequenze saranno di una microspia. Le nostre case sono ormai sommerse da segnali radio , chiamato da anni elettrosmog.

Questo fenomeno sarà più evidente in città. I piani dei palazzi più alti sono più soggetti ed esposti alle frequenze. Non per niente antenne e ripetitori sono messe in cima ai palazzi e nei punti più alti delle città.

Avremo quindi dei segnali radio, il nostro rilevatore ce li indicherà sia che siano frequenze amichevoli, sia che siano le frequenze utilizzate dalle microspie.

Un semplice metodo per scartare i segnali amichevoli è quello di tenere sempre in considerazione che la microspia è installata in casa, quindi deve avere una certa potenza di trasmissione.

Come FUNZIONA UN RILEVATORE DI MICROSPIE

Facendo passare il rilevatore di microspie ( attenzione, parliamo di rilevatori proofessionali, lasciate perdere tutto quello che costa meno di 500 /600 euro) , dicevamo, avvicinando e passando fisicamente il RAKSA sopra oggetti e soprammobili, fonti di energia, che possono essere l’impianto elettrico o degli elettrodomestici, la potenza della trasmissione non deve mai aumentare al massimo.

Se la potenza della trasmissione è a fondo scala, molto probabilmente vi trovate di fronte a una cimice.

Il Raksa , come altri rilevatori di microspie più costosi, permette di demodulare i segnali analogici, quindi potete sentire quello che state rilevando.

Se sentite il fischio classico dell’effetto larsen, o sentite la musica che avete acceso in precedenza, allora avete la certezza ceh quello che avete rilevato è una microspia e la state intercettando.

COSA FARE SE NON TROVATE LA MICROSPIA

Pur essendo molto facile da utilizzare, potreste avere ancora il dubbio su qualche frequenza , magari la microspia utilizzata è di tipo professionale e per essere sicuri o acqusitate dei rilevatori di gamma più alta, come l’ANDRE della REI , che vi permette di localizzare il trasmettitore, oppure potete rivolgervi a ditte specializzate nelle bonifiche ambientali.

Quanto costa una bonifica da microspie ?

Riportiamo alcuni esempi di bonifica ambientale che abbiamo eseguito negli ultimi tempi così da dare una idea di quello che può costare un intervento professionale , che ha valore legale. Infatti tutti i ritrovamennti vengono repertati e viene redatto un REPORT FINALE che solitamente viene utilizzato dal vostro avvocato, sia per svolgere una regolare denuncia, sia per utilizzare il ritrovamento a proprio vantaggio, magari per l’affidamento dei figli, o il licenziamoento di un dipendente.

Bonifica di un piccolo ufficio ( 2 stanze) più la bonifica dell’abitazione ( cucina , camera da letto e soggiorno) + una macchina a MANTOVA: 1800 euro.

Bonifica di un vano scale di una palazzina linerty in centro storico a MILANO: 500 euro

Bonifica di un bilocale a MILANO: 750 euro

Bonifica da microcamere in due stanze da letto e un bagno a BRESCIA: 600 euro

Bonifica di un soggiorno e una cucina a VERONA 550 euro

Bonifica da telecamere nei garage e nel giardino di un residence a Sirmione 250 euro

Bonifica da telecamere nascoste in una mansarda a BERGAMO 450 euro

Bonifica da telecamere messe da una badante in un attico a VICENZA 1200 euro

Bonifica di una cascina compresa l’aia e i barchessali 2000 euro

Bonifica di una villa in affitto a FORTE DEI MARMI 1500 euro